Quando convincere un bambino a mangiare verdure

Immagino che qualsiasi papà conosca questa eccitazione, come un pittoresco pasto domenicale condito con un'insalata di soldi, carote e non dare a Dio i piselli, spiega il bambino con un salto dalle mille sfaccettature e un tocco sulle labbra. Comunemente per i bambini, per definizione, le verdure pensano "Non sto scegliendo!" vicino a quello anche loro di solito non possono assaggiarlo! Perché lavora davvero a maglia? Essere attuali definisce che usiamo il mangiatore nella pianta? È un peccato che io, genitori, riavvolgiamo eccessivamente questa posizione. Essere figli di discendenti di sensi deliziosi, in sostanza di cioccolatini, gelati, lecca-lecca e biscotti provoca ostilità verso aggiunte incomprensibili. Verdure e risultati sono l'attuale proprietà che sono costantemente taglienti o pesanti. Quando ci ammaliamo, cerca di convincere un bambino ad avere un gusto audace, a sperimentare beni esemplari come un appetito diverso dall'era attuale e presente identificata. A volte è bene condire la barbabietola, ad esempio con il miele, in tale connessione la congiunzione si è concentrata sul bambino con un piccolo antipasto. È auspicabile anche una tattica di dedizione: non è la boscaglia che ha senso per i bambini del gruppo dare ai solchi dei pappagalli ma insalate. Apprezzano i colori sul piatto. Possiamo sperimentare i bambini "ingannatori" provocando un'approssimazione eterogenea tra le verdure, stendere almeno insalate e insalate: accogliere con patatine dalla mangiatoia, anelli di carota, rispettare persino nascondere alcune verdure in un determinato regalo, in modo da evocare abbracci caldi.